Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sorpresa, in edicola c’è Porter, “powered by Net-a-porter”: una nuova rivista è sempre una buona notizia

Ne avevo sentito parlare,della nuova rivista Porter, mesi fa ma anche giorni fa, perché a New York c'è stato un evento ad hoc, però poi mi era uscita dalla mente. Ma vederla in bella vista in un espositore di cartone nero brillante illuminato dal sole che per un giorno si sta degnando di baciare Milano è diverso… Tutta un'altra emozione. PORTER sarà mensile, il primo numero, 9,90 euro (non poco), è uscito a Milano oggi. E' l'ultima creatura di Nathalie Massenet, fondatrice di Net-a-porter e da un po' presidente della Camera della

Portertopmag
moda inglese (oggi a Londra primo giorno di sfilate!). In copertina c'è una foto bellissima di Gisele Bundchen e la storia di copertina promette benissimo: "A celebration of incredible women". Modelle, ma non solo, comunque tutte donne del mondo della moda.

Ho avuto poco tempo per sfogliare e leggiucchiare Porter, lo farò con calma a casa, ma la prima impressione è ottima, a partire dall'editoriale del direttore, Lucy Yeomans. "Two years ago, I dreamed of creating a new global fashion magazine, a magazine that women of today – scrive -. Particurarly those who love fashion and the phenomenal way it can make us feel, could relate to".

"The phenomenal way it can make us feel". Mi piace questa dichiarazione d'intenti, perché vale anche per me, che non sono mai stata una ossessionata dalla moda o una shopaholic: avere a che fare con questo mondo, dall'esterno (consumatrice, osservatrice, cliente) e dall'interno (giornalista) mi dà davvero tante sensazioni, sempre positive. Ci sono le onde di creatività, naturalmente. E questa incredibile sensazione, di cui forse in Italia siamo tutti particolarmente assetati, di sapersi sempre e comunque rinnovare senza paura. Poi c'è il divertimento! Che bello ad esempio vedere oggi, e col sole, tutte le vetrine dei negozi con le novità di primavera. Più di metà del divertimento, forse perché sto invecchiando (!) ormai è questo: guardare, vedere cose nuove, colori, forme, espressioni del talento creativo (ma anche imprenditoriale) delle persone.

BOF%20500%20_0
E poi, quando nasce una nuova rivista, sono sempre felice. Specie se a volerla, con forti investimenti, è chi ha fatto fortuna su internet o partendo da internet. Il fascino della carta è evidentemente irresistibile. Per mille motivi. Qualche mese fa Business of Fashion, forse la migliore rivista online di moda (rigorosissima anche dal punto di vista economico), ha deciso di pubblicare un "numero speciale" di carta, con gli articoli migliori apparsi sul web. L'ho comprato subito, ovviamente, costava 5 sterline e mi è arrivata a casa. Fatta benissimo, spero ne esca presto un secondo numero. Amo la carta, amo internet. Troviamo il modo di convivere e staremo tutti meglio. Pensiero positivo da giornata di sole!