Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Uniqlo, la capsule disegnata da Ines e l’arte di incuriosire e “coccolare” l’e-client

Mercoledì scorso mi è arrivata una mail da Uniqlo UK (da qualche mese spediscono in tutta Europa dai magazzini inglesi) annunciandomi che dalle 9 del giorno dopo, 13 marzo, sul sito sarebbe stata disponibile la capsule collection disegnata da Ines de la Fressange per il colosso giapponese del fast fashion (il suo fondatore, pronto a spendere 5 miliardi di euro per J.Crew, ha dichiarato due settimane fa che "tra dieci anni Fast Retailing, la capo gruppo, potrebbe essere il primo gruppo al mondo"…).

Online si sarebbe potuto quindi comprare con una settimana di anticipo sull'arrivo nei negozi "brick and mortar" della

Week-11_L3-banner_ines_no-souffle
capsule, previsto per il 20 marzo (per noi italiani per ora è impossibile farlo, bisogna andare fino a Parigi o Londra…). Il link inserito nella mail di Uniqlo mostrava già alcune cose della capsule… come non andare a vedere il resto? da Uniqlo negli ultimi anni ho comprato soprattutto jeans, magliette a maniche lunghe e qualche piumino ultraleggero. Non ho comprato niente, ad esempio, delle collezioni disegnate da Jil Sander. Ma questa capsule di Ines…

Il giorno dopo, alle 9, ho provato a fare i miei acquisti. Senza molto successo. Il sito era praticamente intasato. Ma più tardi, nel pomeriggio, ci sono riuscita, con una infantile soddisfazione sia per aver fatto acquisti senza andare sul lastrico (i prezzi della capsule sono un po' più alti della media di Uniqlo, ma non di molto), sia per averli fatti con una settimana di anticipo su tutti gli altri… infantile, lo so! anche perché comunque non riceverò nulla prima di domani o dopo…

Oggi è arrivata un'altra mail, che mi lusingava in un modo forse, di nuovo, un po' infantile, ma che mi ha fatto comunque piacere. Il testo diceva:

"HI Giulia! Thanks for being a super great customer. You've got some special new stuff coming your way"

Seguivano dettagli su come seguire online la spedizione e, naturalmente, l'augurio di rivedermi presto sul sito

Forse è infantile anche essere colpiti da tanta "elettronica cortesia" (quasi certamente generata automaticamente da un computer), però essere coccolati, come clienti, fa sempre piacere. Ora aspetto il mio pacco con ancora maggiore curiosità…