Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’Italia su Libè

Per chi vive in città, non è difficile da trovare. E comunque si può sempre dare un’occhiata al sito (www.liberation.fr). Chi si registra può consultare tutto il giornale gratis per 15 giorni e poi decidere se fare un abbonamento a scalare. Sabato varrebbe la pena di comprarlo: il quotidiano francese (storica voce della sinistra) presenta un nuovo supplemento. La mania da allegati ha contagiato tutti, anche gli editori più duri e puri. L’inserto di 84 pagine si chiama NEXT e sul primo numero c’è uno speciale di 24 pagine dedicato allo "stile maschile". Forse per questo sulla copertina del primo numero di NEXT c’è Lapo Elkann, al quale Vogue America ha appena dedicato uno speciale di venti pagine, definendolo "l’uomo più elegante al mondo". Liberation ha scelto una foto scattata da un giovane fotografo e regista italiano, Francesco Carrozzini, in cui Lapo guarda verso il basso.

E’ una foto bellissima (appena riesco a capire come fare la inserisco), di quelle che spesso i giornali italiani non hanno il "coraggio" di pubblicare, quasi vigesse ancora la regola che bisogna sempre guardare in camera. Una scelta simile a Liberation la fa spesso Die Zeit (www.diezeit.de), forse il più bel settimanale europeo: le grandi interviste sono corredate da fotografie in cui lo sguardo del protagonista non è mai immortalato in modo tradizionale. A volte ci sono solo gli occhi, a volte la fotografia è presa dall’alto, a volte dal basso. Perché, anche nelle scelte fotografiche, i giornali italiani danno spesso l’impressione di essere così vecchi?