Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Una collezione tira l’altra

Una volta c’erano solo due collezioni all’anno: una per la primavera-estate, una per l’autunno inverno. Su ognuna, gli stilisti lavorano con un anno di anticipo. Da sabato 23 giugno ad esempio, Milano ospiterà le sfilate dell’uomo. In passerella si vedranno le collezioni per la primavera-estate 2008.

Ma da qualche tempo, anche sulla spinta di grandi catene come Zara, H&M, Mango, che riassortiscono anche due volte al mese i loro numerosissimi negozi, gli stilisti hanno arricchito la loro offerta. Dai "flash" (mini collezioni presentate almeno due volte all’anno, in genere a metà stagione) alle edizioni limitate, dalle pre-collezioni alle "cruise collections", che fanno la loro comparsa in questo periodo dell’anno, a pochi giorni dall’inizio ufficiale dell’estate, e sono pensate per l’estate prossima. Le vediamo noi giornalisti, per intenderci, e i buyer. Mentre chi le vuole comprare dovrà aspettare circa un anno.

L’ultimo esempio in ordine di tempo è Blumarine, la linea giovane disegnata da Anna Molinari, di cui alleghiamo una foto.

/wp-content/uploads/sites/50/photos/uncategorized/2007/06/13/28.jpg

Ma a quante collezioni può arrivare il talento creativo di uno stilista? E quante ne possono "sopportare"  anche le più accanite fashion victims?