Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Missoni, splendido 86enne

Ottaviorositamissoni
Lo si vede sempre da lontano: arriva avvolto in inconfondibili e coloratissimi golf Missoni, vintage, s’intende. Di lana o di cotone, a seconda della stagione. Quasi sempre accanto a lui c’è la moglie Rosita, più bassa di lui di un bel po’ (anche perché lui è altissimo) e anche lei con un tratto distintivo: porta i capelli corti ma ha un sottilissimo "codino" bianco, intrecciato, che le scende fino a metà schiena. Sono una coppia bellissima, Ottavio, "Tai", e Rosita Missoni. Lui è un ex atleta. O meglio: E’ un atleta.  Oggi ha spiegato che ci sarà anche lui fra gli 8.940 atleti over 35 che parteciperanno ai Campionati del mondo master, in programma a Riccione dal 4 al 15 settembre, cimentandosi nel lancio del giavellotto. Lo stilista è nato in Dalmazia nel 1921 ed è uno splendido 86 enne:  «In realtà sono un over 85, anzi un under 90 ma l’entusiasmo è lo stesso di sempre: vado in pedana e cerco di fare bene. Poi, più avanti si va con l’età e meno concorrenti si hanno».

Missoni ha vestito la maglia azzurra la prima volta quando aveva 16 anni e correva i 400 metri in 48,8 secondi. nella sua carriera ha vinto otto titoli italiani e cinque secondi posti tra 400 piani e a ostacoli, e l’oro, sempre nei 400, ai mondiali studenteschi di Vienna del 1939. Nel 1948 Missoni è stato finalista alle Olimpiadi di Londra nei 400 metri ostacoli e due anni dopo quarto agli Europei di Bruxelles. «Poi – ha raccontato il fondatore della casa di moda – per via dei problemi alle ginocchia mi sono rifugiato nei lanci, del peso e del giavellotto», e con buoni risultati. L’ultimo, lo scorso marzo ad Ancona: ai campionati italiani indoor, infatti, Tai ha gareggiato nel lancio del peso di 3kg, come unico concorrente della sua categoria, e ha raggiunto i 9 metri e dieci, una misura da far invidia ad atleti molto più giovani. Ieri tifavo Simona, oggi tifo Ottavio.