Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Alack Sinner è tornato!

Munoz_2
Qualche giorno fa ho passato la pausa pranzo alla Feltrinelli di piazza Piemonte. Non ho trovato quello che cercavo (Un altare per la madre di Ferdinando Camon), ma ovviamente sono uscita carica di libri. La sorpresa più bella è stata trovare una nuovissima edizione di Alack Sinner. Conversazione con Joe, mitico fumetto in bianco e nero di Jose Munoz e Carlos Sampayo. In settembre ne uscirà un altro e poi, a distanza di due mesi uno dall’altro, altri sei album. E’ un’operazione fantastica (i libri sono già stati pubblicati in Italia, ma molti sono esauriti) anche perché questa edizione è bellissima: grande formato, bella carta, bellissima veste grafica (a cura di quel genio di Guido Scarabottolo). Il merito è di Cristina Taverna, proprietaria della galleria Nuages, specializzata in illustrazione, e dell’omonima casa editrice.

Cristina Taverna si lancia in queste operazioni editoriali come una pasionaria dell’arte: io le auguro di avere successo, che i libri di munoz vendano migliaia di copie, specie ora che il fumetto sembra vivere una seconda giovinezza, anche grazie alle graphic novel. E poi nei personaggi creati dai due argentini Munoz e Sampayo c’è un mondo da scoprire. Munoz disegna, Sampayo scrive le sceneggiature, sono una delle più affiatate coppie del settore. al profano trasmettono il fascino degli investigatori vecchio stile, ma anche quello dell’argentina del tango e dei bar più o meno malfamati e sorpattutto delle storie ben architettate. per chi ama i fumetti, mi dicono molti amici, alack sinner è un mito, esempio inarrivabile di tecnica in bianco e nero. Insomma: correte a comprarlo!