Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Gucci über alles

Venerdì Frida Giannini, direttore creativo di Gucci, riceverà un altro premio, consegnato dal "Chi è chi della moda" (qualche mese fa ha avuto un riconoscimento ad Alta Roma). Intanto oggi una ricerca – realizzata per il Comitato Lombardo per la Moda – premia il marchio, che risulta il più citato dalla stampa estera. La cosa interessante tra l’altro è che Gucci venga percepito come marchio italiano anche se non è più di proprietá italiana, con il 14,13%  del totale delle citazioni supera Armani (13,41%), Valentino (11.66%), Prada (11,10%) e Versace (8,06%).

La ricerca è interessante anche per altri motivi: per la stampa estera i punti di forza della moda italiana sono i novi mercati del made in Italy e i nuovi prodotti, oltre all’apertura di punti vendita all’estero e l’eccellenza dei materiali e della produzione. Per i giornali stranieri il futuro della moda italiana è in mano ai giovani stilisti e c’è una forte correlazione positiva tra moda e turismo. La stampa estera evidenzia anche i punti deboli della moda italiana che sono rappresentati dalla contrraffazione, dal trasferimento della produzione all’estero, dalla noiositá delle settimane della moda e dal fenomeno dell’anoressia.