Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il tempo giusto per i saldi

Venerdì scorso, 14 dicembre, mi è arrivata una mail da Luisa Via Roma, negozio di Firenze, uno dei più grandi e innovativi multimarca d’Italia. Sono iscritta alla newsletter del loro sito internet, che è un vero e proprio negozio virtuale, ho anche comprato un paio di cose. una maglietta di marc jacobs con un enorme coniglio, ad esempio. La mail di venerdì annunciava l’inizio dei saldi per il giorno successivo. eh? di già? comodo, certo, per chi non ha ancora finito lo shopping natalizio. anche negli stati uniti spesso accade: ci sono super sconti proprio nei giorni prima di una festa. luisa via roma lo fa online, ma non credo lo faccio nel negozio "brick and mortar", quello "vero". perché credo che molte persone si arrabbierebbero. io certamente. non è fastidioso vedere una cosa che avete comprato a prezzo pieno scontata del 50% solo due giorni dopo Natale? Il 30% passi, forse. ma dall’inizio di gennaio, diciamo.

Oggi parlando con Saverio Moschillo, lo "scopritore" di John Richmond, che oggi guida un piccolo grande impero tessile-moda da mezzo miliardo di euro (oltre a richmond, ha in portafoglio husky e il marchio francese di scarpe di alta gamma menudier), abbiamo parlato anche di saldi. Lui è ancora più drastico: gli sconti non dovrebbero mai superare il 30% e i saldi dovrebbero iniziare dopo il 20 gennaio. Forse ha ragione. non per essere blasfema, ma anche l’ecclesiaste sarebbe d’accordo: c’è un tempo per comprare a prezzo pieno e uno per i saldi.