Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Milano vista da Cathy

Guccispan-blogSpan
Questa mattina molto presto ho guardato il sito del New York Times per vedere cosa avessero scritto Cathy Horyn ("Gucci, somewhere in North Africa") e Suzy Menkes ("Gucci's Fresh Polish") delle prime sfilate milanesi e in particolare di quella di Gucci. E' curioso, entrambe l'hanno amata moltissimo, mentre tanti dei post al pezzo di Cathy (che lei per ora ha messo solo sul blog On the Runway) sono molto critici sulla sfilata. Ma quello che mi ha colpita è una frase della Horyn, non proprio una che si sforza per farsi amare (un comportamento tutto sommato ammirevole in una giornalista, specie se di moda): alla fine del pezzo scrive "It’s warm in Milan; amber light and voices outside my window". Sembra un haiku, sembra una improvvisa e inattesa dichiarazione d'amore per Milano. E Cathy ha ragione, la luce di questi giorni è proprio ambrata. Solo che per notarlo, io che ci abito, ho avuto bisogno degli occhi di una newyorchese.