Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’emozione di assistere a un’asta al Burj Khalifa

Oggi è il mio ultimo giorno a Dubai e ieri sera ho partecipato alla serata conclusiva della Vogue Fashion Dubai Experience, una cena di gala con asta di beneficienza nel Pavillon del Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo (828 metri). E per rispondere a @reartwo, sì, è un edificio fantastico! Di fianco a me era seduto Ferdinando Fiore, della sede Ice di Dubai, dal quale mi sono fatta raccontare un po' di cose: per rispondere a @lola, effettivamente sì e purtroppo, i passaporti dei lavoratori stranieri vengono "sequestrati" e poi ridati loro quando il contratto è finito. La cosa che mi ha più sorpresa è che a Dubai NON ESISTONO TASSE SUL REDDITO… "Certo – mi ha detto Fiore – alcune cose come il parcheggio si pagano, ma per il resto vivere qui è molto semplice". Poi ho saputo che criminalità c'è n'è molto poca, ma la prostituzione è assai diffusa, specie negli alberghi. C'è una vita sociale attivissima, specie durante il Ramadan: quando arriva il tramonto è il momento migliore – mi ha detto sempre Fiore – per incontrare le persone davanti a un po' di cibo e fare networking. Niente tasse sul reddito, pazzesco, specie per noi italiani… Io che ho da sempre un reddito da lavoro dipendente ormai ho delle trattenute che superano il 50% dello stipendio lordo, giuro.

Vabbè. La parte divertente della serata è stata l'asta: per raccogliere fondi a favore di Dubai Cares, sono state messe all'asta dieci "Fashion experiences" e alla fine sono stati raccolti oltre un milione di dollari. Non credo sia il primo caso, ma l'ho trovata comunque un'idea originale.

Ecco le dieci esperienze, tutte aggiudicate per circa 100mila dollari l'una:

– Versace (starting bid 14mila dollari): pendente con diamante da 1,34 carati e due biglietti per la sfilata pret-a-porter durante la fashion week milanese del prossimo febbraio

– Moncler (starting bid 14mila dollari): week end per due persone a Sankt Moritz, lezione privata di sci e completo Moncler da sci

– Iwc (starting bid 68mila dollari): due orologi e un viaggio per due a Cannes in occasione del festival del cinema del prossimo maggio con partecipazione a cena con attori e celeb (Kevin Spacey, Naomi Watts, Lewis Hamilton, Carolina Kurkova…)

– Roberto Cavalli (starting bid da 31mila dollari): due biglietti per la sfilata di febbraio, visita nel backstage, vestito tipo quello indossato da Heidi Klum all'ultimo festival di Cannes, cena per due al Just Cavalli Cafe di Milano e un trolley da uomo

– Valentino (starting bid 54mila dollari): vestito haute couture, visita privata all'atelier romano e a quello parigino. Qui è stato stabilito il record: 140mila dollari

– Levant (starting bid 68mila dollari): un orologio fatto su misura. Io non conoscevo neppure il marchio, ma Lapo Elkann ha giurato che si tratta di segnatempo capolavori… 

– Chanel (starting bid 7mila dollari): due biglietti per la sfilata di alta moda che si terrà a Parigi il 21 gennaio 2014 e visita privata alla casa di Coco

– Burberry (starting bid 40mila dollari): vestito su misura del servizio Burberry Travel Tailoring (lanciato ufficialmente proprio oggi) e week end a Londra per vedere la sfilata uomo che si terrà il 6 febbraio 2014. 

– Vogue Italia (starting bid 7mila dollari): un giorno di shopping con la fashion editor della rivista, Enrica Ponzellini

– Giorgio Armani (starting bid 20mila dollari): due notti all'Armani Hotel di Milano con cena al ristorante Nobu e due biglietti per la sfilata di febbraio, con visita nel backstage 

Se avessi potuto averle in regalo, tra tutte queste esperienze avrei scelto quella di Moncler. Ho persino fatto un'offerta, proprio all'inizio, contando sul fatto che sarebbe stata subito superata. Cosa che per fortuna è successa. Sui tavoli avevamo una cascata di cristalli simili a quelli di cui sono fatti alcuni lampadari. Nicola Maramotti, moglie di Ignazio, presente per rappresentare il gruppo Max Mara, mi ha suggerito di usarne uno come caleidoscopio per osservare il Burj Khalifa che torreggiava sopra di noi. Ottimo consiglio, sono tornata bambina per qualche minuto…

 

Tags:
  • lola |

    Interessantissimo post! Per me è come scoprire un mondo esotico. Noto che lo starting bid di Chanel è bassissimo, come mai ? Déjà blasés ? Un paese dove non si pagano tasse sul reddito è come l’Europa e gli USA di due secoli fa. Incredibile !

  • Paola Bottelli |

    Ho assistito a un’asta simile al Palazzo dell’Onu a New York qualche anno fa, organizzata da Gucci con Madonna, e l’offerta che avevo trovato piu’ divertente era stata una sessione di jogging e yoga con Gwyneth Paltrow e la sua personal trainer! Ma non ricordo a quanto e’ stata aggiudicata

  Post Precedente
Post Successivo